Seleziona una pagina

I 10 mercati di esportazione più importanti rappresentano i tre quarti delle esportazioni (quantità e valore) del vino tedesco. Gli Stati Uniti sono al primo posto in questa classifica: rappresentano il 17% del volume delle esportazioni e il 24% dei proventi da esportazione per i vini tedeschi.

Da giugno 2017 a maggio 2018, 181 milioni di ettolitri (-2,8%) di vini tedeschi del valore di 75 milioni di euro (-6,6%) sono stati venduti in America.
L’alto prezzo medio di 414 € / hl rispetto ad altri paesi sottolinea l’importanza del mercato americano per gli esportatori di vino tedeschi.

Con 153 milioni di ettolitri, i vini bianchi tedeschi in bottiglia con indicazione dell’origine per gli esportatori sono il prodotto più importante negli scambi con gli Stati Uniti. La figura 2 mostra che soprattutto l’area di coltivazione Mosel ha molto successo qui.

Nel 1994, 94.000 ettolitri di vino bianco in una bottiglia furono consegnati dalla Mosella negli Stati Uniti. Era almeno la metà di tutti i vini tedeschi esportati negli Stati Uniti.

L’Olanda si trova al secondo posto della classifica delle esportazioni. A causa della bassa rispetto al prezzo medio di 187 € / hl (164 milioni di hl) sono lì solo il 10 per cento (31 milioni di €) generato tutti i redditi di esportazione, nonostante i grandi volumi di esportazione.

Vini tedeschi in Norvegia e altri paesi scandinavi hanno avuto molto successo

Al terzo posto per valore segue la Norvegia. I vini bianchi tedeschi sono stati posizionati molto bene qui per anni. Complessivamente, il 17% di tutte le esportazioni di vino tedeschi è destinato ai paesi scandinavi; quasi la metà di questi viene consegnata in Norvegia. Nel 2017/18 sono stati conseguiti ulteriori aumenti delle vendite e delle vendite con un prezzo medio molto alto di € 400 / hl.

L’esportazione in Svezia (7° posto) si è stabilizzata dopo essere caduta negli ultimi anni. Per inciso, le esportazioni verso la Finlandia si sono sviluppate positivamente negli ultimi anni.

Fig. 3: esportazioni nette tedesche e importanza di Liebfrauenmilch (LFM)
La vendita nel Regno Unito, una volta il più importante paese esportatore per i vini tedeschi, è letteralmente crollata nell’ultimo decennio. Tra il 2005 e il 2016, le esportazioni verso il Regno sono diminuite da 602 a 96 mila hl – un calo di oltre mezzo milione di hl!
La ragione delle esportazioni in declino sono principalmente le esportazioni sommerse di Liebfrauenmilch. Quasi la metà delle esportazioni tedesche di vino a metà degli anni ’90 sono state Liebfrauenmilch: oltre 1,1 milioni di ettolitri – più delle esportazioni totali di oggi. Nel frattempo, sono stati segnalati solo 152 mila ettolitri di Liebfrauenmilch. La principale area di vendita di Liebfrauenmilch era tradizionalmente la Gran Bretagna. Soprattutto in Inghilterra, questo prodotto è stato sinonimo di vino tedesco per decenni e molto popolare.
Nel frattempo, la domanda è cambiata e questo tipo di vino non è più popolare. Dopo il calo delle esportazioni fino al 2016, le esportazioni in Inghilterra potrebbero essere nuovamente aumentate – buone notizie.

Nel 2017/18, nel Regno Unito sono stati consegnati 120.000 ettolitri di vini tedeschi per un valore di 22 milioni di euro. Un aumento del 40 percento.
Tuttavia, la Gran Bretagna rimane uno dei mercati più difficili per gli esportatori. I vini tedeschi sono ancora elencati lì piuttosto nel prezzo di entrata del prezzo. Il prezzo medio in esportazione è basso a 168 € / hl e promette poco valore aggiunto. Aggiungete a ciò l’incertezza che viene dall’imminente Brexit (libera circolazione delle merci, debolezza della sterlina inglese, ecc.).

Fig. 4: primi dieci paesi di esportazione di vino tedesco (valore € 1.000)

L’esportazione di vini tedeschi in Cina in esecuzione con successo per anni: quantitativi esportati e, soprattutto, il valore delle esportazioni è aumentato continuamente. Questo pone la Cina al 5° posto tra le destinazioni più importanti (valore) del vino tedesco. A giudicare dalla quantità di esportazioni, la Cina è classificato 8° nella 2017/2018 sono stati 40.000 ettolitri (+ 6%), del valore di 19 milioni di euro (+ 17%) sono reso conto ancora una volta aumenta. Il prezzo medio è passato da 429 € / hl a 474 € / hl rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
Nonostante tutta l’euforia di questo sviluppo, non bisogna dimenticare che la Cina è un mercato intensamente lavorato da tutti i paesi esportatori di vino, perché sta crescendo rapidamente. Il concorso internazionale per gli esportatori di vino tedeschi in questo mercato è altrettanto alto. Di gran lunga, la Francia (in particolare Bordeaux e Borgogna) è il leader di mercato nel mercato.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti per ricevere le novità e gli aggiornamento dal mondo vinicolo

Iscrizione effettuata!

Pin It on Pinterest

Share This