Seleziona una pagina

L’accordo diventerà esecutivo a marzo 2019 prima dell’inizio della Brexit.

Oggi qualsiasi tipo di vino italiano che approdi in Giappone è sottoposto a dazio, ad esempio il nostro Prosecco come i vini spumanti pagano € 1,43 al cambio attuale.

Con l’entrata in vigore dell’accordo non si pagherà più nulla: ovviamente l’importazione sarà sempre sottoposta a vincoli sanitari e analitici però nessuno dei dazi come sopra sarà più applicato. Ovviamente il trattato avvantaggia non solo noi ma anche gli altri esportatori europei come la Spagna, che è la nostra diretta concorrente anche se priva di un’agenzia unica di produzione come la Francia che si sta già muovendo in questo senso.

Chissà che l’ITA, la Italian Trade Agency con l’ambasciata italiana a Tokyo stia programmando il da farsi a riguardo.

Si tratta comunque di una grande possibilità da non lasciarsi sfuggire visto che il tutto avverrà tra circa un anno prima delle olimpiadi di Tokyo quindi aumento dei consumi e di conseguenza delle importazioni. Cheer up !

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti per ricevere le novità e gli aggiornamento dal mondo vinicolo

Iscrizione effettuata!

Pin It on Pinterest

Share This