Deprecated: Function get_magic_quotes_gpc() is deprecated in /web/htdocs/www.wineagency.eu/home/wp-content/plugins/wpml-string-translation/inc/functions.php on line 22

Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /web/htdocs/www.wineagency.eu/home/wp-content/themes/Divi/includes/builder/functions.php on line 2253
Commercio di vino 2018: Italia, Germania e Sudafrica | Broker Agency
Seleziona una pagina

Italia, la vendemmia più magra dal 1950

Si era preannunciata come una vendemmia scarsissima. Ma i 42,5 milioni di ettolitri entrati nelle cantine italiane (-19% sul 2016) fanno del 2017 l’anno più magro non solo del nuovo millennio, ma addirittura dal 1950, quando si superarono a malapena i 41 milioni. Allora, però, gli ettari a vite del nostro Paese erano ben sopra quota 1 milione, mentre oggi siamo sotto i 700.000, con un sistema che ci sta facendo crescere, ma in maniera non sufficiente a coprire le esigenze delle imprese.
Una Pac involutiva può fornire la risposta a questi nuovi e mutati scenari?

Commercio mondiale di vino: primo trimestre 2018

Valori oltre quota 5,6 miliardi di US$, in aumento del 17% sul 2017.
Più moderata la crescita a volumi: +3% per i vini fermi, che rappresentano il 76% del totale, si sfonda per la prima volta quota 4 miliardi di US$. Performance straordinarie in Cina, che stacca il Regno Unito posizionandosi come secondo mercato dopo gli Usa.

Primavera 2018 in Germania: la più calda dal 1881

Secondo quanto comunicato sulle sue pagine web dal Deutsches Weininstitut, le temperature medie registrate nello scorso mese di aprile sono le più calde dal 1881. Le condizioni climatiche di questa primavera sono state – in generale – molto buone e la fioritura delle viti è arrivata con un anticipo di almeno due settimane rispetto alle media di lungo periodo. Il viticoltori tedeschi sono ottimisti e se la stagione dovesse proseguire senza ostacoli climatici l’uva sarà di buona qualità, matura e pronta per la raccolta da qui a tre mesi.

Sudafrica, male ma non malissimo: dati alla mano

Secondo le stime di fine aprile del South African Wine Industry Information and Systems (Sawis), la vendemmia sudafricana 2018 ha portato nelle cantine del paese circa 1.220.920 tonnellate di uva da vino, cioè il 15% in meno rispetto a quanto raccolto lo scorso anno. Si tratta di un risultato comunque superiore a precedenti e più pessimistiche aspettative (ne avevamo parlato qui). L’uva raccolta è di buona qualità e dovrebbe permettere una produzione di circa 9,483 milioni di ettolitri, tra:

  • vino,
  • vino per brandy e distillati,
  • mosto,
  • succo d’uva per la preparazione di bevande non alcoliche.

La resa stimata è di 777 litri per tonnellata,c ome comunicato da Vin Pro, associazione che riunisce circa 3500 produttori di vino. La perdita di produzione è da attribuirsi soprattutto agli effetti della forte siccità che ha colpito le regioni vitivinicole sudafricane durante la campagna 2017/2018.
Danni sono stati arrecati inoltre dal gelo che tra settembre e ottobre ha colpito le aree di Worcester, Robertson e Northern Cape. Il raccolto è stato minore di quello 2017 in tutte le regioni di produzione, tranne in quella di Breedekloof.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti per ricevere le novità e gli aggiornamento dal mondo vinicolo

Iscrizione effettuata!

Pin It on Pinterest

Share This